NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta Per saperne di piu'

Approvo

Osservazione 4/5 Febbraio: Doppia uscita!

Ormai i racconti delle nostre uscite cominciano sempre con la frase “dopo mesi di maltempo”, ed anche stavolta l’incipit dovrebbe essere analogo. Vista la situazione, decidiamo di fare non una, ma due uscite di seguito, proprio perché la finestra di cielo sereno si sarebbe esaurita immediatamente.
Prima uscita, giovedì sera, siamo in cinque: oltre a chi scrive vengono anche Stefano (piacevolissimo ritorno, caro compagno di uscite!) e tre nuovi soci, Haitam, Ludovico ed Antonio. Arrivati ad Orciatico verso le 19:00 il cielo è sereno, sebbene ci sia un forte vento che spira da Nord. Poco male, fortunatamente l’osservatorio è ben riparato dai venti!
Tiriamo fuori subito il Dobson e cominciamo subito ad osservare.

Primo target della serata non può che essere la costellazione di Orione, quindi M42 osservata col 31mm anche con l’ausilio di un filtro UHC. Poi due stelle, Betelgeuse e Rigel, per far osservare la differente colorazione quindi temperatura superficiale delle stelle stesse, come avevamo spiegato in una specifica lezione durante il corso di astronomia: i nuovi astrofili non sbagliano a rispondere! Passiamo al piccolo globulare nella Lepre, M79, poi , a grande richiesta dei nuovi arrivati, puntiamo Sirio che si mostra bellissima nei suoi colori. Altri obiettivi della serata, la Galassia di Andromeda con le due galassie satelliti, la galassia triangolo, le Pleiadi. Un bel tuffo nell’Auriga e nei suoi ammassi M36 e M37 per poi arrivare ad M35. Dopodiché, puntiamo l’ottica del telescopio verso un altro ammasso meraviglioso, il Doppio Ammasso nel Perseo, osservabile nella sua interezza con l’oculare da 31mm. Ne approfittiamo anche per osservare Castore, stella doppia dei Gemelli, che è l’occasione per spiegare qualcosa sui sistemi stellari multipli. Abbiamo a disposizione anche un binocolo, che usiamo per osservare le Pleiadi. Finiamo il giro nei pressi dell’Orsa Maggiore, dove puntiamo la bellissima doppia galassia composta da M81 ed M82.
La serata si conclude così, deliziata anche da qualche frittellina di riso provvidenzialmente portata per addolcire le nostre bocche.
La sera successiva io e Stefano torniamo di nuovo. Stavolta siamo in tre osservatori, armati e pericolosi: oltre al nostro Dobson da 40cm c’è un altro Rp Astro da 16, quello di Nicola, ed infine, incredibilmente, il Dobson più piccolo è quello di Guido! E dire che quando lo vidi la prima volta, rimasi impressionato...cambia il tempo! Stavolta non si scherza, i telescopi e gli astrofili sono di primo livello, possiamo dedicarci a vedere oggetti anche più sfiziosi.
Gli oggetti più importanti osservati rimangono fondamentalmente gli stessi, ma cerchiamo anche qualche oggetto interessante in più. La stessa M42 osservata stavolta nella zona del trapezio con un 15mm mostra dettagli molto belli. Proviamo anche ad osservare la nebulosa con un filtro O3 che mette in risalto zone altrimenti meno visibili, immersi nel chiarore del cielo (purtroppo). Bella stella tripla nell’Unicorno, la Beta. Passiamo un po’ di tempo per provare a vedere la Nebulosa Testa di Cavallo vicino ad Alintak ma senza successo, anche col filtro H-Beta... NGC2359 è una bella nebulosa, detta l’Elmo di Thor, che si vede in questo periodo. La osserviamo, assieme alla nebulosa Eskimo, nel Dobson di Nicola. Un altro oggetto interessante da osservare è NGC2419 che riesco a trovare solo grazie a Guido: è un piccolo e debole ammasso globulare che ha la sfortuna di trovarsi “in mezzo al nulla cosmico” quindi difficilmente individuabile. Altri due oggetti belli della serata, NGC4040, il “Fantasma di Alnitak”, una piccola galassia accanto all’omonima stella, ed M78, detta “La brutta copia di Orione” perché in effetti la ricorda un po’nella forma, sebbene sia molto più piccola e molto meno luminosa.
La serata non è ventosa ma, purtroppo, è molto umida: più di una volta il cercatore ed addirittura il secondario si appannano e siamo costretti a ricorrere al phon. Alla fine, stanchi, soddisfatti ma anche un po’ inumiditi, riponiamo gli strumenti e torniamo a casa. Una bellissima serata, finalmente, speriamo di ripeterla presto!
Luigi

Giovedì 11 Aprile 2019

Il cielo primaverile: impariamo ad osservarlo - Andrea Novelli

 

Giovedì 18 Aprile 2019

In viaggio verso la Luna: così arrivammo sulla Luna - Andrea Novelli

 

Giovedì 16 Maggio 2019

I buchi neri: tutto quello che avreste sempre voluto sapere - Gabriele Vajente

 

Giovedì 30 Maggio 2019

In viaggio verso la Luna: Houston abbiamo un problema - Ferdinando Davini

 

Giovedì 6 Giugno 2019

Telescopi Solari in Chiesa - Seconda parte - Giovanni Levita

  

Le riunioni si svolgono a Pisa in largo Francesco Petrarca n°3 alle 21:00 presso i locali della Circoscrizione N. 5

 

Login Form

Who's Online

Abbiamo 122 visitatori e nessun utente online