NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta Per saperne di piu'

Approvo

La cometa Lovejoy

IMG 0006 raw CopiaDopo il meritato riposo natalizio, domenica 14 Gennaio sera raccogliamo volentieri l'invito di Fabio ed andiamo ad Orciatico, vicino al terreno dove si sta trasferendo l'Astronomical Center. L'occasione è ottima, sia per osservare la cometa Lovejoy, sia per testare il cielo la notte da dove vorremo far sorgere il nostro piccolo osservatorio.

Arrivato sul posto insieme a Davide e Piero, vengo poco dopo raggiunto da Andrea ed Antonio. Ne approfittiamo per entrare in casa di Fabio e fare quattro chiacchere, poi usciamo a montare gli strumenti. Come da previsioni il cielo, sino ad allora completamente coperto, verso le 17 si apre improvvisamente ma il rovescio della medaglia è rappresentato dal vento, forte e freddo, che si è alzato, così scegliamo un posto riparato dalla casa e da un filare di alberi. La scelta si rivela azzeccata: durante la sera, il vento è stato sempre forte e freddo ed avrebbe reso difficoltosa l'osservazione; invece dal nostro posticino si riesce ad osservare decentemente. Io monto l'ED80 sulla montatura, attacco la macchina fotografica e provo a fare qualche scatto della cometa. Noto subito un grosso problema, metà del cielo è coperto completamente dagli alberi così la montatura non riesce ad trovare le stelle di calibrazione ma solo le due stelle di allineamento iniziale. Il Goto infatti è impreciso e la prima foto rivela una rotazione di campo enorme, così ripeto la procedura e provo a fare lo stazionamento polare. Una posa di 2 minuti non guidata viene bene.


Così imposto la macchina fotografica per fare scatti da 30" e...ci chiamano per cena. Fabio ha infatti organizzato un'ottima bruschettata per tutti. Abituato alle cene invernali con un panino al freddo in mezzo al bosco, entrare in una stanza calda con la tavola imbandita ha il sapore del sogno! La cena è ottima e così dopo possiamo tornare agli strumenti. Finito di fare le foto, ne approfitto per montare il Vixen da 115 dell'associazione ed osservare un pochino insieme anche a Nicola che si è aggiunto nel frattempo. La coda della cometa si vede bene anche in visuale, il nucleo è molto evidente. Ne approfitto per fare un giretto nei dintorni: bellissime le Pleiadi, incise nitide, ed anche le Iadi. Osservo M42 con un UHC ma la visione, abituato al C9 ed al Dobson, è relativamente deludente. Osserviamo anche M81 ed M82, bella coppia di galassie. Giove sorto nel frattempo merita una visita anche se il seeing è veramente scarso, comunque le due bande sono belle visibili.
Alla fine l'ora si è fatta tarda e così decido di smontare tutto, a malincuore perché il posto merita.
A casa provo ad elaborare le foto della cometa, onestamente non è venuta un granché ma come primo tentativo non devo lamentarmi, purtroppo lo stazionamento polare mi ha impedito di fare pose più lunghe e....mi sono dimenticato di fare i dark! Troppa ruggine, devo fare fotografia più spesso ma spero che le prossime novità associative possano essere positive in tal senso.
Grazie a Fabio per l'ospitalità
Cieli sereni a tutti!

 

Giovedì 11 Aprile 2019

Il cielo primaverile: impariamo ad osservarlo - Andrea Novelli

 

Giovedì 18 Aprile 2019

In viaggio verso la Luna: così arrivammo sulla Luna - Andrea Novelli

 

Giovedì 9 Maggio 2019

Telescopi Solari in Chiesa - Seconda parte - Giovanni Levita

 

Giovedì 30 Maggio 2019

In viaggio verso la Luna: Houston abbiamo un problema - Ferdinando Davini

  

Le riunioni si svolgono a Pisa in largo Francesco Petrarca n°3 alle 21:00 presso i locali della Circoscrizione N. 5

 

Login Form

Who's Online

Abbiamo 119 visitatori e nessun utente online